24live.it: La Regione finanzia il Centro commerciale naturale di Terme Vigliatore

Buone notizie da Palermo sul fronte commerciale: in arrivo dalla Regione oltre trecentocinquanta mila euro per il consorzio “Vivi Terme”. Con decreto n. 1000/08 del 9 maggio 2014, l’assessorato regionale alle Attività produttive ha concesso al Centro commerciale naturale di Terme Vigliatore un finanziamento a fondo perduto di € 356.819,92 per migliorare le capacità attrattive delle aziende, dando nuovo impulso all’economia locale. Diciotto delle 38 imprese iscritte al consorzio hanno presentato progetti di investimento: tutti promossi, meno due, esclusi per vizi di forma. Per accedere alle somme, provenienti dai fondi PO FESR Sicilia 2007/2013, le aziende beneficiarie dovranno impegnare complessivamente, ciascuna per la propria parte, € 713.639,84 entro giugno 2015, pena la revoca del contributo. Rientrano tra gli interventi finanziati la ristrutturazione di immobili, l’ammodernamento degli arredi, l’acquisto di beni strumentali, la predisposizione di impianti elettrici e di video sorveglianza, campagne pubblicitarie e di marketing, l’acquisto di software gestionali e per la fidelizzazione della clientela. La richiesta di finanziamento, firmata dal presidente del CCN di Terme Vigliatore, Benedetto Gianlombardo, imprenditore impegnato nella ristorazione e nell’artigianato dolciario, è stata redatta e coordinata dai dottori commercialisti e consulenti di impresa Carmelo Imbesi e Sergio Amato dello studio Area Finanza di Barcellona Pozzo di Gotto. “Con questo grande investimento – ha dichiarato Gianlombardo – si getteranno le basi per costruire un associazionismo organico, strutturato e moderno tra le imprese per rilanciare seriamente il settore del commercio a Terme Vigliatore. Il futuro si crea con il lavoro, con la dignità contributiva e degli emolumenti. Le imprese di Vivi Terme danno lavoro a circa 250 dipendenti, assunti con contratti regolari e coperti da assicurazioni Inps e Inail” (qui la videointervista a Gianlombardo ).
Un risultato ottenuto anche grazie alla disponibilità dell’assessore al Commercio, Gino Crisafulli, che nel 2011 contribuì alla nascita del CCN, individuandone l’area di riferimento – il chilometro quadrato che si espande intorno a piazza Municipio – e coordinando l’iter burocratico per il suo accreditamento alla Regione. Ancor più importante e decisivo l’impegno profuso dal direttivo del consorzio, costituito dai fondatori Lucia Buemi, Santina Sottile, Antonello Patanè, Pippo Saitta, Santi La Maestra, Pierangelo Giambra, Salvatore Parisi e Maria Imbesi, che insieme al presidente, Benedetto Gianlombardo, hanno realizzato in questi anni, contando sul solo autofinanziamento, numerose iniziative visibili sul sito www.viviterme.it.

Ecco l’elenco delle ditte beneficiarie del contributo regionale:

Bisignani Graziella – Primo Fiore € 24.977,11
Boutique Davì di Torre Davide € 20.415,00
Calabrò Giuseppe – officina meccanica € 24.984,72
Croce d’Oro San Francesco € 18.624,00
Edilcasa Tirrenica srl € 25.000,00
Farmacia delle Terme – dr. Santi La Maestra € 25.000,00
F.lli Saitta € 24.875,00
Lo Monaco Domenico € 25.000,00
Melinvest srl € 25.000,00
Mirabile Antonino € 10.910,00
Patanè Gioielli srl € 23.744,78
Principato & Materia srl € 23.675,00
Re Gia snc di Recupero Giuseppe e Gianlombardo Benedetto € 24.500,00
Schepis Giovanna – Mareblù € 10.139,31
Termegrafica € 24.975,00
Consorzio Vivi Terme € 25.000,00

Articolo originale su 24live.it